Un bambino di due anni può giocare a calcio?

A due anni un bambino o una bambina possono iniziare a giocare a calcio?
La prima risposta che ci viene in mente è: perché no?
Spesso i genitori rimangono scettici quando diciamo loro che Tiki Taka Italia presenta, tra i suoi progetti, un asilo del calcio, ossia una piccola scuola del calcio dedicata ai bambini più piccoli, dai 2 ai 4 anni.
Eppure, una volta provato, è facile intuire quanto, invece, sia un’esperienza positiva ed insieme totalizzante, naturalmente per i bambini.

Quindi la risposta alla domanda è semplice: assolutamente sì!
“Grazie ad un avviamento al calcio in questa età – commenta il responsabile del Tiki Taka Camp, Alessandro Crisafulli – i bambini e le bambine possono apprendere le prime nozioni calcistiche quasi contemporaneamente a tante altre attività vitali: il controllo e il trattamento della palla, per fare un esempio molto preciso. Il tutto, in un contesto su misura per loro, giocoso e con esercizi e percorsi che li aiutino ovviamente anche nel migliorare la propria psicomotricità”.
Durante le ore di asilo del calcio, vengono organizzati comunque dei momenti educazionali mirati che tocchino alcuni punti salienti della vita che verrà: ambiente, educazione stradale, educazione alimentare. Non solo calcio, insomma, ma qualcosa di più. “Il 75% dei bambini che frequentano l’asilo del calcio – continua Crisafulli – decidono poi di proseguire con questa avventura sportiva, iscrivendosi alla scuola calcio. E l’esperienza dice che questi bambini hanno un’abilità tecnica superiore rispetto a chi, invece, inizia a 5/6 anni”. Un format collaudato da Tiki Taka Italia, a Desio, in provincia di Monza e Brianza, che è stato trattato anche in diverse tesi di laurea in Cattolica, Bicocca e Statale, senza dimenticare che si sono già affacciate a chiedere informazioni anche diverse società di calcio professionistiche.

Resta informato sulle nostre iniziative e visita il sito asilodelcalcio.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.